Dott. Pelagatti Saverio

Odontoiatra

 

RADIOLOGIA DENTALE

 

Le radiografie dentali sono mezzi diagnostici fondamentali nella pratica clinica odontoiatrica. Nel mio studio esiste una sala raggi con un panoramico digitale con cui si possono effettuare diversi tipi di lastre: panoramica dentale adulto e bambino, panoramica ortogonale ( panoramica limitata alla sola dentatura, senza i rami ascendenti della mandibola e dell’articolazione temporo-mandibolare ), emi-panoramica sinistra e emi-panoramica destra, dentatura frontale, emi-ortogonale sinistra e destra, seno mascellare-vista frontale, seni mascellari sinistro e destro- vista laterale, ATM laterali, ATM frontale, teleradiografia latero-laterale e teleradiografia postero-anteriore. Le radiografie che più spesso vengono effettuate sono la panoramica o ortopantomografia e la teleradiografia latero-laterale.

 

 

ORTOPANTOMOGRAFIA ( OPT )

 

Ruolo dell’OPT in patologia dentaria e maxillo-facciale:

- Valutazione dell’età dentaria.

- Distinzione tra ritardi di eruzione ed agenesie dentarie (denti mancanti) o ritenzioni dentarie per ostacolo all’eruzione ( causate ad es. da neoplasie  come un odontoma o da disarmonie dento- mascellari ).

- Riconoscimento delle inclusioni dentarie, dei denti sovrannumerari e degli odontomi.

- Riconoscimento di carie e foci infettivi dentari come granulomi o cisti.

- Valutazione nel tempo di una parodontopatia localizzata o generalizzata con distruzione parziale o completa del supporto alveolare dentale.

- Valutazione iniziale dei seni mascellari e delle articolazioni temporo-mandibolari.

- Riconoscimento di neoplasie dei mascellari.

- Riconoscimento e valutazione di traumi mascellari e dentali.

 

 

 

TELERADIOGRAFIA LATERO-LATERALE

 

La Teleradiografia latero-laterale ha un ruolo fondamentale per lo studio di una malocclusione dentale e per l’esecuzione di un corretto trattamento ortodontico.

Con la Tele effettuo un tracciato cefalometrico computerizzato che grazie ad una serie di misurazioni lineari e angolari ( valutando le differenze con i valori ideali ) mi permette di orientarmi ed inquadrare il caso clinico. I dati ricavati sono molto importanti  ma vanno interpretati e uniti alla valutazione clinica del soggetto in esame per la stesura di un corretto piano terapeutico.

 


We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information